Le autorità della provincia insulare meridionale cinese di Hainan intendono sviluppare il settore delle corse dei cavalli, vietando però le scommesse. Lo hanno rivelato ieri a Xinhua alcuni funzionari governativi locali.

“Hainan non possiede una propria tradizione o una storia di corse ippiche”, ha ammesso Xu Xianghong, un funzionario dell’amministrazione provinciale per lo sport. “Quindi sarà necessario elaborare un rigoroso piano di sviluppo, anche se non è ancora stato deciso quando questo sarà diffuso al pubblico”.

Una volta elaborato il programma, ha aggiunto Xu, lo Hainan costruirà un ippodromo e un centro di addestramento, istituendo – riferisce l’Ansa – un club ippico per organizzare tutti i tipi di eventi nel settore.