Il 5 aprile scorso il Consiglio Regionale della Campania ha votato una mozione a firma dei consiglieri Gianluca Daniele e Antonella Ciaramella che lo impegna ad approvare in tempi brevi la legge regionale di contrasto al Gioco d’Azzardo e la Giunta ad attivare l’osservatorio dedicato già previsto dall’attuale norma.
‘Ben 100 i miliardi sfumati in gioco in Italia e ben 10 miliardi solo in Campania, 4 miliardi in più dell’intero fondo nazionale per il reddito di cittadinanza’, sottolinea la consigliere Ciamarella.
‘Dopo questo impegno in aula, siamo tutti pronti a rendere concreto il lavoro di confronto e collaborazione con operatori virtuosi del settore, Associazioni, Comuni, Asl e cittadini per una legge concreta e necessaria’, aggiunge Antonella Ciaramella . Peccato che al momento l’unica proposta presentata in Consiglio, se si escludono iniziative che risalgono al 2016, denota una totale disinformazione rispetto alla materia che si prefigge di regolamentare. Stiamo parlando di una pdl a firma M5S che equipara apparecchi di puro intrattenimento a vlt e slot, quindi sottoposti all’obbligo di distanze minime da scuole e altri luoghi sensibili.