slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Giuliano Fattori e Danilo Ceccaroni, scrivono una lettera aperta al sindaco di Cesenatico (FC) sulla ludopatia ed in particolare sull’istituzione di un regolamento per la limitazione degli orari di apertura dei luoghi deputati al gioco d’azzardo lecito.

«Come ricordato nel consiglio comunale dello scorso 27 luglio, sono ampiamente scaduti i termini per l’approvazione di un regolamento comunale per la limitazione dell’orario di apertura dei luoghi deputati al gioco d’azzardo lecito. Il consiglio comunale del 30 marzo scorso aveva infatti approvato una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle a favore dell’istituzione di un regolamento che limitasse gli orari di fruizione delle cosiddette macchinette mangiasoldi, nonché delle sale scommesse. Il Movimento 5 Stelle ha semplicemente chiesto al consiglio di impegnare il sindaco all’istituzione di un regolamento o un’ordinanza entro l’estate, di fatto emulando le scelte di altri sindaci del Partito Democratico del territorio, in primis Cesena e Ravenna».

«Da allora dobbiamo constatare un vuoto assoluto su questo argomento. La nuova legge regionale promossa dal Partito Democratico avrebbe dovuto rappresentare uno stimolo per proseguire nel contrasto alla ludopatia e invece è stato buffamente adoperato come scusa per vagliare la normativa con calma. Senza fretta. I risvolti sociali del gioco d’azzardo e le implicazioni economiche per un’intera comunità invece richiederebbero un atteggiamento differente. E’ evidente che a Cesenatico ci sono pressioni che vanno nella direzione opposta alle scelte fatte dal consiglio comunale e il sindaco ha deciso di ignorare un organo istituzionale eletto per assecondare interessi di parte. Ne prendiamo atto. Ha delegittimato in questo modo il lavoro di tutti i consiglieri e nello specifico quello di chi la mozione l’ha presentata».

Quindi il Movimento 5 Stelle ricorda la nuova apertura della sala Bingo a Cesenatico. «Anche le risposte inerenti la sicurezza della strada prospiciente la nuova area Bingo sono del tutto elusive e carenti. La pista ciclabile che avrebbe dovuto realizzare il gestore è sparita a seguito di una banale variante urbanistica e nessun provvedimento è stato preso. Caro sindaco deve amministrare una città, le sue mancanze nell’affrontare alcuni problemi, in primis legati alla sicurezza dei cittadini stanno diventando inaccettabili».

Commenta su Facebook