“Siamo lieti di apprendere che il presidente del consiglio comunale di Catanzaro, Marco Polimeni, abbia deciso di incontrare nei prossimi giorni gli amici rappresentanti del Movimento Cinquestelle per discutere di ludopatia. Il tema è tanto grave quanto sovente sottovalutato, forse a causa dei troppo interessi più o meno trasparenti che muove e che non tengono conto delle conseguenze drammatiche cui vanno incontro le vittime del gioco, quando quest’ultimo assume il carattere di patologia. Noi di Cambiavento lo sappiamo bene, tanto da averne fatto uno degli elementi più pregnanti del nostro impegno politico in città, sin da quando il nostro movimento ha mosso i suoi primi passi. Impegno rimasto tale anche dopo il nostro ingresso in consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione”. E’ quanto scrive il movimento politico Cambiavento.

“Ma proprio su questo il solerte presidente Polimeni dimostra di avere scarsa memoria. Si fa presto ad autoproclamarsi campioni di correttezza istituzionale e di apertura verso le opposizioni. Purtroppo per Polimeni, però, noi non siamo tra quelli che possono testimoniarlo. Anzi, oggi che il presidente del consiglio sembra accorgersi che la ludopatia è una vera e propria emergenza sociale, gli ricordiamo sommessamente che i nostri consiglieri – all’epoca Nicola Fiorita e Gianmichele Bosco – tentarono di porre il tema all’attenzione dell’aula con atti formali che la presidenza non tenne in alcuna considerazione, lasciandoli tristemente cadere nel vuoto.

Non sappiamo cosa possa essere cambiato da allora nelle valutazioni di Polimeni, ma prendiamo volentieri atto della sua iniziativa, sperando che agli annunci seguano i fatti. Per quel che ci riguarda e senza alcuna ansia di facile visibilità, non possiamo che dare la nostra piena disponibilità alle iniziative che dovessero giungere in aula consiliare, nella direzione del contrasto vero a un’emergenza che ci riguarda tutti, al di là delle rispettive posizioni politiche”.