“Il regolamento è stato approvato, ora serve un’ordinanza di restrizione agli orari di gioco”. Il capogruppo del M5S nel consiglio comunale di Castel San Pietro (BO) chiede “di limitare il gioco a certe fasce orarie della giornata”, dopo che un mese fa è stato approvato il regolamento per la prevenzione e il contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Tra le novità introdotte – si legge sul Resto del Carlino – Bologna – un contrassegno obbligatorio per tracciare le slot e la decisione del Comune di non patrocinare attività o manifestazioni che abbiano in qualche modo un legame con il gioco.

“I passi fatti sono importanti, ma serve che il Comune emetta un’ordinanza che limiti gli orari di gioco nei locali autorizzati”. Come sottolineato dall’assessore Fabrizio Dondi, serve arrivare a “un accordo che preveda ordinanze di limitazioni orarie il più possibili simili tra i Comuni, al fine di evitare un ‘turismo’ del gioco”.