“Un incontro dove attendevo l’intervento del primo cittadino per comprendere motivazioni di questa scelta di posticipare l’apertura alle 19 delle sale giochi tradizionali e i dati che supportassero l’utilità di questa strategia aziendale. Comprendo il Sindaco che, nelle risposte, ha principalmente ribadito la sua necessità di discutere con il Cda dei dati prevalentemente tecnici e del rivederci per avere lui in mano dati e cifre. E’ un momento particolare questo, nel quale da una parte abbiamo il Cda che punta ad un risparmio in particolari mesi dell’anno comprimendo quindi una fascia di orario lavorativo dei tavoli verdi dal lunedì al giovedì e, dall’altra, i dipendenti che vedono pericolo e controproducente questo intervento. Sicuramente è mia premura far valere i diritti dei lavoratori ed il loro contratto come membro di segreteria Uil non tralasciando nessuno, compresi i lavoratori interinali, gli addetti degli appalti come guardaroba, vigilanza, bar e tutto l’indotto per la città come taxisti ed attività commerciali in prossimità della casa da gioco e non solo. Serve fissare il nuovo incontro necessariamente prima del 2 novembre”. Così in una nota Stefano Isaia, consigliere comunale a Sanremo (IM), membro Uil e dipendente del Casinò, in merito all’incontro odierno tra sindacati, il presidente Battistotti e l’amministrazione comunale. Lo riporta sanremonews.it.