I dubbi sollevati dal Commissario giudiziale Ivano Pagliero sul nuovo piano concordatario della casa da gioco di Saint-Vincent erano già stati esplicitati venerdì scorso dall’Amministratore unico Filippo Rolando alla IV Commissione consiliare. E’ quanto si legge su aostasera.it.

Rolando ha messo a conoscenza i commissari delle interlocuzioni avute con il Commissario giudiziale e annunciato la volontà di presentare delle modifiche al piano, possibilità concessa dalla normativa entro 15 giorni dal voto dei creditori, in programma il prossimo 9 marzo.

L’intenzione dell’amministratore unico è di allungare almeno di un anno il piano concordatario, così come suggerito dal commissario giudiziale, mantenendo l’offerta dell’80% del pagamento dei crediti. Offerta che Rolando ha lasciato intendere potrebbe anche essere superiore se dalla vendita degli immobili No Core si riuscisse a realizzare di più di quanto inizialmente preventivato.

Oltre ad allungare di un anno i pagamenti, nel piano andrà inserita come data precauzionale della ripartenza quella del 1° luglio 2021.