Maria Elisabetta Alberti Casellati (Presidente Senato), in occasione della presentazione del Report 2019 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dà inizio al suo intervento sottolineando la funzione strategica che l’ADM svolge in questo particolare periodo storico e ringrazia il Direttore Minenna per il lavoro serio e approfondito svolto, “a conferma del fatto che, quando una agenzia funzione, i risultati si vedono”.

“Sono risultati che riguardano varie aree, dal contrasto ai traffici illeciti, contraffazioni, minacce terroristiche, sanitarie e ambientali, fino alla collaborazione in ambito internazionale nel circuito import-export.

L’attuale contesto emergenziale Covid ci mostra famiglie in grande difficoltà e gruppi di imprese che devono reinventare processi produttivi e commerciali per fronteggiare ad esigenze di scambi e costumi trasformati dalla pandemia. di fronte a questi cambiamenti la prima forma di sostegno alle aziende che la ADM può offrire è implementare gli scambi internazionali attraverso l’eliminazione della burocrazia: meno carte, regole chiare e procedure semplificate. Questa attività resta di rimanere monca se le merci che arrivo nel nostro Paese non riescono a circolare in maniera efficiente: su questo c’è molto da fare. 

Il contesto di incertezza sul in cui viviamo a seguito della pandemia, durante la quale i giovani sono i grandi invisibili (si pensi all’attuale problema, non ancora risolto, della scuola) ha dato vita ad un incremento della dipendenza da gioco d’azzardo: dalla statistiche emerge che i giovani disoccupati si rifugiano nel gioco quando perdono la fiducia nel futuro. Aumenta la diffusione di quel disturbo della personalità chiamata “ludopatia” una vera e propria patologia sociale la cui recrudescenza rischia di inibire i risultati di contrasto al gioco illegale e alla dipendenze che ci sono pur stati. E allora lottare contro tali degenerazioni significa affrontare i nodi strutturali che ne sono all’origine, puntando innanzitutto sul lavoro, unico vero antidoto contro le fragilità del nostro tempo, perché senza occupazione nessuno potrà restituire i sogni ai figli della generazione lockdown.

L’Agenzia deve stimolare il governo su progetto di modernizzazione dei grandi scali portuali e interportuali, incentivando e favorendo i collegamenti con le reti grandi strategiche ed europee. Abbiamo di fronte il grande vantaggio del Recovery Fund”.