slot
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Carrara (MS) è al lavoro su un regolamento sul gioco d’azzardo che aggiungerà nuovi luoghi sensibili (quelli che non potranno avere slot machines nel raggio di 500 metri) a quelli già previsti dalla legge regionale del 2018: la proposta più recente, presentata ieri nella commissione attività produttive presieduta da Gabriele Guadagni, è quella di includere le biblioteche, i musei e gli edifici sottoposti a vincolo di tutela. Dopo un ulteriore passaggio in commissione il nuovo regolamento passerà al vaglio del Consiglio comunale.

La legge regionale del 23 gennaio 2018 contro la dipendenza da gioco prevede l’imposizione di distanze minime dai luoghi sensibili. Nuovi centri scommesse e spazi per il gioco dovranno dunque essere situati ad una distanza inferiore a 500 metri da istituti scolastici, luoghi di culto, sedi dei centri socio-ricreativi e sportivi, strutture sanitarie o socio-assistenziali, banche e sportelli bancomat, compro-oro o gioielli. I Comuni possono però individuare a propria discrezione altri luoghi sensibili considerando l’impatto sul contesto urbano, sulla sicurezza urbana, sulla viabilità, nonché sull’inquinamento acustico e il disturbo della quiete.

La proposta è stata quella di aggiungere biblioteche e musei all’elenco dei luoghi sensibili, in quanto luoghi di aggregazione giovanile. Per preservare invece la sicurezza e il decoro dei centri storici (due dei criteri contemplati dalla legge regionale) saranno inoltre aggiunti gli edifici sottoposti a vincolo di tutela: e dunque palazzo Rosso, palazzo Pisani e l’Accademia di belle arti nel centro storico, la zona Treno a Bonascola, l’Anffas, il cimitero di Turigliano, l’ex colonia Vercelli a Marina.

Commenta su Facebook