“In data 25 novembre 2019 abbiamo protocollato una mozione sulle attività commerciali con slot e scommesse, discussa nel consiglio comunale del 27 maggio, al fine di: dare seguito a quanto iniziato dal commissario prefettizio, Ilaria Tortelli; spingere questa amministrazione ad utilizzare l’applicazione SMART (Statistica Monitoraggio della Raccolta Territoriale), proposta dai Monopoli di Stato e messa a disposizione degli Enti Locali. Tale applicazione ha lo scopo di monitorare i volumi di gioco e i punti vendita, nonché consentire la visualizzazione delle mappe in cui sono evidenziati o possono essere integrati se non presenti i ‘point of interest'”. Così in una nota il M5S di Capua (CE).

“Il Comune, in particolare, inserendo i dati dei provvedimenti emanati che prevedono lo spegnimento degli apparecchi in determinate fasce orarie, riceverà una comunicazione su quelli che hanno violato le restrizioni. La mozione, però, non è stata approvata in quanto ritenuta la questione di competenza della giunta comunale, la quale avrebbe dovuto anche decidere l’ufficio incaricato della gestione dell’applicativo. Sono ormai trascorsi quasi quattro mesi ed ancora nulla. Noi non demordiamo, soprattutto perché del tema della ludopatia ce ne stiamo occupando da tempo e, quindi, abbiamo protocollato un’interrogazione al fine di avere risposta su quando quest’amministrazione ha intenzione di riunirsi in Giunta a riguardo”.