Due incontri rivolti agli adolescenti di Campogalliano, in provincia di Modena, per contrastare il gioco d’azzardo patologico. L’iniziativa fa parte di una campagna di prevenzione della Regione Emilia-Romagna titolata “Non cascarci. Giovani fuori gioco”, che intercetta giovani d’età compresa tra gli 11 e i 17 anni. Tra gli enti coinvolti spicca l’Unione delle Terre d’Argine con un ciclo di eventi tenuto nello Spazio giovani dei rispettivi comuni.

A Campogalliano sono in programma, venerdì 14 e venerdì 28 gennaio, ore 17, due laboratori esperienziali negli spazi di Villa Bi, in via Mattei 13/11. Condotti dalla cooperativa Accento, questi appuntamenti verteranno sul tema della dipendenza giovanile dai giochi online: attraverso giochi di ruolo, video-interviste e simulazione di spot pubblicitari, si analizzeranno i principali aspetti psicologici e statistici, e i conseguenti rischi, coinvolti nel processo ludico dell’azzardo.

“Il lavoro sulla prevenzione delle ludopatie sta molto a cuore alla sanità locale e alle amministrazioni – commenta Luisa Zaccarelli, assessore ai Servizi sociali e sanitari del Comune di Campogalliano – e questo perché l’età del gioco d’azzardo si è molto abbassata, soprattutto in relazione ai giochi online e alle scommesse. È di vitale importanza lavorare sulla conoscenza dei rischi delle dipendenze, attraverso la conoscenza stessa dei giochi e dei meccanismi emozionali e sociali che ne stanno alla base”.

Le iniziative di Campogalliano includono anche una serata speciale, sabato 22 gennaio ore 21, dedicata a un video-laboratorio intitolato “L’azzardo nel cinema”.