La Camera, con 164 sì, 127 no e 3 astenuti, ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione, con modificazioni, del decreto 18 novembre 2022, n. 176, recante misure urgenti di sostegno nel settore energetico e di finanza pubblica (approvato dal Senato) (C. 730), cosiddetto Aiuti quater. Nel testo, tra le varie misure, è previsto un credito di imposta rivolto agli operatori di commercio al minuto al fine di adeguare, nell’anno 2023, il proprio registratore telematico di emissione di scontrino fiscale con la tecnologia necessaria per la partecipazione alla nuova lotteria degli scontrini istantanea.

Tra le principali misure:

  • la sospensione del termine del 25 novembre per la presentazione delle Cilas;
  • l’aumento da due a tre del numero delle cessioni dei crediti d’imposta a favore di soggetti ‘qualificati’ per i crediti derivanti da operazioni di sconto in fattura o cessione del credito;
  • la possibilità di Sace di concedere garanzie a banche e altre istituzioni finanziarie per ‘finanziamenti-ponte, per venire incontro alle esigenze di liquidità delle imprese che operano nel settore dell’edilizia. I crediti di imposta eventualmente maturati potranno essere considerati dagli istituti “quale parametro ai fini della valutazione del merito di credito dell’impresa richiedente il finanziamento e della predisposizione delle relative condizioni contrattuali”.

Nel provvedimento è stato ‘travasato’ anche il Dl accise con una prima riduzione dello sconto (poi completamente azzerato dalla Manovra).

Tra le altre novità:

  • più tempo, dal 30 giugno al 30 settembre 2023, per la compensazione del credito d’imposta a sostegno delle imprese per i maggiori oneri di acquisto di energia elettrica e gas;
  • slitta inoltre dal 1 gennaio 2023 al 10 gennaio 2024 l’obbligo per i fornitori e gli esercenti il servizio di fornitura di ultima istanza di offrire ai clienti vulnerabili la fornitura di gas naturale a un costo ‘calmierato’;
  • proroga dei termini per il credito d’imposta relativo all’acquisto di carburanti per le attività agricola e della pesca;
  • misure per agevolare l’investimento in imprese ‘miste’ all’estero e nelle start up.

Infine è previsto un allungamento del periodo per lo svolgimento delle procedure per le tempistiche di vendita del gas stoccato dal Gse e un incremento della quota di biocarburanti liquidi sostenibili utilizzati in purezza immessi in consumo.

Previsto pure il passaggio da procedure competitive a decreti ministeriali per promuovere la riconversione totale o parziale di raffinerie tradizionali esistenti tramite i contributi del Fondo per la decarbonizzazione e la riconversione verde di tali impianti.

Articolo precedenteLazio. Orologio, cartelli e segnali sonori. Ecco cosa serve nelle sale slot per essere in regola con la legge regionale sul gioco d’azzardo (TESTO)
Articolo successivoScommesse calciomercato: Milinković-Savić, un futuro tra Serie A e Premier. Lazio prima scelta, Juventus in attesa ma Arsenal e Newcastle sognano il colpo su Sisal