Pubblicato alla Camera il disegno di legge “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

In particolare, si legge: “Il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, reca un complesso di misure urgenti per fronteggiare l’evolversi della situazione epidemiologica nel nostro Paese, causata dal carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia da COVID-19, nonché dall’incremento dei casi e dei decessi notificati all’Organizzazione mondiale della sanità. In proposito, si ricorda che l’Organizzazione mondiale della sanità, il 30 gennaio 2020, ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale. Il decreto-legge, che si compone di cinque articoli, prevede le misure necessarie per il contrasto e il contenimento della diffusione del predetto virus”.

Inoltre: “L’articolo 4 prevede che, per fare fronte agli oneri derivanti dallo stato di emergenza sanitaria dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2020, lo stanziamento previsto dalla medesima deliberazione è incrementato di 20 milioni di euro per l’anno 2020 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali previsto dall’articolo 44 del codice della protezione civile, di cui al decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, che è corrispondentemente integrato di un pari importo. I relativi interventi da effettuare potranno essere individuati e quantificati in apposite e successive ordinanze di protezione civile. Agli oneri derivanti dall’incremento del Fondo per le emergenze nazionali ai sensi del comma 1, pari ad euro 20 milioni per l’anno 2020, si provvede mediante corrispondente riduzione dell’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 19, comma 1, lettera b), del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, relativa allo stanziamento di risorse – complessivamente pari a 50 milioni di euro per l’anno 2020 – per la lotteria degli scontrini la cui decorrenza è stata differita al 1° luglio 2020, ad invarianza di risorse stanziate, a seguito di quanto previsto dall’articolo 20, comma 1, lettera a), del decreto-legge n. 124 del 2019”.