“Insensato e irragionevole equiparare divertimenti come i biliardini, i flipper o il ping-pong alle slot-machine o il video-poker. Quanto emerso in questi giorni, tra autorizzazioni e imposte di cui i locali pubblici dovrebbero farsi carico per il possesso di questi giochi, è assolutamente folle. Folle perché non possiamo accettare l’idea che questi giochi della nostra cultura e tradizione siano confusi con gli apparecchi che emulano il gioco d’azzardo ed erogano vincite. Altrettanto inaccettabile è imporre una multa salatissima a quegli esercenti che non adempiono a queste regole sconsiderate”.

Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati del PD Ubaldo Pagano, capogruppo in Commissione Bilancio, e Gian Mario Fragomeli (nella foto), capogruppo in Commissione Finanze.

“Assumeremo immediatamente iniziative per scongiurare questa sciocchezza, che avrebbe il solo effetto di portare stabilimenti e locali a ritirare questi giochi e privare così le persone, a partire dai più piccoli, di bei momenti di divertimento tipicamente estivo, come ricorda ogni generazione di italiani”, concludono i deputati.

Articolo precedenteGratta e Vinci regala 2 milioni di euro a Ventimiglia (IM)
Articolo successivoGiochi, Camera pubblica il dossier su decreto PNRR 2: ecco i dettagli su norma salva-calciobalilla e proroga scommesse