“Servono soldi subito, immediatamente. Per quello noi le abbiamo chiesto di fare un fondo da 200 milioni per le associazioni sportive dilettantistiche a fondo perduto già nel “Cura Italia”: in quest’ultimo decreto avete messo 35 miliardi; nel decreto di aprile che già è maggio per parlare dei vostri ritardi metterete altri 50-55 miliardi e per lo sport lei non ha 200 milioni? Mi vien da pensare che o lei si disinteressa dello sport o lei nel Governo conta poco, poco: perché i 200 milioni erano lo 0,8 per cento del “Cura Italia”. Il Governo deve trovare 200 milioni da mettere. Lei ci fa il ragionamento delle scommesse: è una cosa che in tanti altri Paesi avviene già e ha già provocato le rimostranze del settore – vedremo come andrà a finire -, ma non bastano i 35 milioni di cui parla lei. Servono almeno 200 milioni per far vivere queste associazioni, che altrimenti moriranno”.

Lo ha detto in Aula alla Camera il deputato Marco Marin (Fi) rispondendo al Ministro Vincenzo Spadafora sull’Informativa urgente del Governo sulle iniziative di competenza del Ministro per le Politiche giovanili e lo sport per fronteggiare l’emergenza da COVID-19.