I ritardi nell’attuazione delle disposizioni di legge sono ormai, purtroppo una costante. La Camera dei Deputati ha pubblicato un documento nel quale si evidenzia, per punti, lo stato di attuazione della Legge di Bilancio 2019.

Tra le disposizioni per cui è stato sforato il termine previsto per l’attuazione, c’è anche il Decreto del MEF di notifica alla Commissione Europea delle regole tecniche di produzione dei nuovi apparecchi amusement with prizes (AWP), le cosiddette new slot.

Il decreto in questione sarebbe dovuto essere inviato a Bruxelles entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio.

Puntuale invece il Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli per la messa a disposizione degli enti locali degli orari di funzionamento delle videolottery. E in effetti il decreto direttoriale in questione è stato pubblicato il 22 febbraio 2019.

Va precisato a questo proposito che l’applicazione creata per questo scopo non consente il controllo sugli orari di funzionamento delle slot come invece era stato annunciato da esponenti del Governo.

E’ andata meglio, si fa per dire, alla individuazione di forme di gioco che non comportano rischi connessi al disturbo da gioco d’azzardo, prevista al comma 634 della legge di Bilancio. In questo caso infatti non è prevista una scadenza e così il previsto Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli non è stato pubblicato (e non sappiamo quando lo sarà).

Stessa sorte per quello che dovrebbe essere il Contratto di servizio stipulato tra l’Agenzia delle dogane e dei monopoli e Sport e salute Spa per integrazione del gioco dei concorsi pronostici sportivi con attività sociali, sportive e culturali. Per ora la disposizione inserita nella Legge di Bilancio resta solo una intenzione, esattamente come il 90 percento di quelle previste.