“Le dotazioni della polizia postale e delle Comunicazioni necessitano, tanto a livello di servizio centrale quanto a livello di compartimenti regionali, di una costante implementazione in modo tale da poter rispondere alle rapide evoluzioni tecnologiche in materia di pedopornografia, cyberterrorismo, copyright, hacking, protezione delle infrastrutture critiche del Paese, ebanking, giochi e scommesse on line e cyberbullismo”.

E’ quanto si legge in un’interrogazione a risposta scritta a firma del deputato Wanda Ferro (FdI) rivolta al Ministro dell’Interno.