“La rimozione di Arcuri per noi è stata l’unica buona nota positiva da quando si è insediato il Governo. Sta procedendo, ribadisco, in termini di continuità, e mi dispiace dirlo, senza l’apporto, oltretutto, in molti casi, dei nostri amici del centrodestra, che, purtroppo, temevamo, hanno tracciato in alcuni settori un cambio di direzione. Posso citare, da ultima, la scelta della maggioranza di bocciare ieri, in Senato, la nostra mozione per recuperare i 5 miliardi dal cashback dell’assurda lotteria degli scontrini e di non destinarli a risarcire le tante attività messe in ginocchio dalla politica, dalle chiusure del Governo; e la piazza dell’altro giorno, pur condannando ogni forma di violenza, credo ve lo abbia fatto capire con grande chiarezza. Soldi buttati, in spregio alle sofferenze dei ristoratori, delle gestioni di chi ha palestre, dei commercianti, dei lavoratori nell’ambito della cultura, dei servizi alla persona: attività un po’ ridotte, quasi tutte, sul lastrico dall’incapacità del Governo di dare un’alternativa alle chiusure. Mentre continuiamo da questi banchi a chiedere di consentire a queste attività di lavorare in sicurezza, mentre molte aziende chiudono e molte altre finiscono nelle mani della criminalità organizzata, continuiamo a sperperare risorse, anche con riferimento alla contrarietà dell’uso del contante o al reddito di cittadinanza, e lo leggiamo quotidianamente sulla nostra stampa, dove indiscriminatamente si eroga questa mancetta”.

Lo ha detto in Aula alla Camera la deputata di Fratelli d’Italia, Wanda Ferro (nella foto) nell’ambito della discussione sul disegno di legge recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri.