Anche gli apparecchi per giochi eSports vanno esentati dalla verifica di conformità e dagli obblighi fino a pochi giorni fa previsti per calciobalilla e tutti gli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro.

Luca Carabetta (nella foto), deputato del Movimento Cinque Stelle, conferma il suo impegno nel risolvere quello che è stato definito il ‘caso Lan‘, ovvero la vicenda che poche settimane fa ha portato al sequestro, con relative sanzioni, di strutture da intrattenimento con all’interno videogiochi che non avevano le autorizzazioni così come richiest da normativa.

Carabetta ha infatti presentato un emendamento con il quale propone l’inserimento (ad oggi non previsto) degli apparecchi per giochi eSports nell’elenco redatto e pubblicato nella giornata di ieri dall’ADM.

Articolo precedenteAggiornamento protocollo anti Covid nei luoghi di lavoro, Sapar: “Giochi, ecco le regole da seguire per il settore degli apparecchi”
Articolo successivoSisal scrive un pezzo di storia dell’Eurojackpot in Italia: il 7 luglio 2017 realizzato a Lecce un “5+0” da oltre 80mila euro