Dl Crescita, il testo torna in commissione: l’emendamento leghista viene stralciato. Sospesa la seduta di Montecitorio. Il governo vuole apportare un’altra decina di modifiche al testo e per questo ha chiesto una sospensione dei lavori. Dopo le proteste dell’opposizione, l’Aula ha votato una pausa di 3 ore. Per la maggioranza l’approvazione del decreto diventa ora una corsa contro il tempo, perché il testo scade il 29 giugno e deve passare anche al Senato, dove  il governo ha già annunciato l’intenzione di porre la fiducia. Intanto però c’è da trovare la quadra su tutti i ritocchi annunciati dal relatore.

Cosa prevede il provvedimento in materia di giochi.

Lotteria degli scontrini

Il comma 2 dell’articolo 12-quinquies modifica la disciplina della cd. lotteria degli scontrini, introdotta dalla legge di bilancio 2017.

I commi 540-544 della legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 2016) hanno previsto che il codice fiscale del cliente sia indicato su scontrini e fatture, a richiesta, per istituire una lotteria nazionale sui medesimi documenti. L’avvio della cd. lotteria scontrini è stato rinviato nel tempo, da ultimo (articolo 18 del decreto-legge n. 119 del 2018) al 1° gennaio 2020.

La lotteria è riservata ai soli contribuenti maggiorenni, residenti nel territorio dello Stato, che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione, presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi.

Per partecipare all’estrazione è necessario che i contribuenti, al momento dell’acquisto, comunichino il proprio codice fiscale all’esercente e che quest’ultimo trasmetta all’Agenzia delle entrate i dati della singola cessione oprestazione.

L’attuazione della lotteria è demandata a un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, con particolare riferimento alla disciplina delle modalità tecniche relative alle operazioni di estrazione, l’entità e il numero dei premi messi a disposizione, nonché ogni altra disposizione necessaria per l’attuazione della lotteria. Con un emendamento è stata novellata la norma (articolo 1, comma 542 della legge di bilancio 2017) che – per incentivare l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici – dispone un innalzamento della probabilità di vincita dei premi della lotteria scontrini, se le transazioni sono effettuate attraverso strumenti che consentano il pagamento con carta di debito e di credito. In particolare le norme in esame elevano la percentuale di aumento delle probabilità di vincita dal venti al cento per cento, rispetto alle transazioni effettuate mediante denaro contante.

Di conseguenza, con le modifiche, per le transazioni effettuate con carta di debito e credito raddoppia la possibilità di vincita alla lotteria scontrini.

Agevolazioni per la promozione dell’economia locale mediante la riapertura e l’ampliamento di attività commerciali, artigianali e di servizi

L’articolo 30-ter, inserito in sede referente, introduce a decorrere dal 1° gennaio 2020 un’agevolazione volta a promuovere l’economia locale attraverso la riapertura e l’ampliamento di attività commerciali, artigianali e di servizi. L’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo pari ai tributi comunali pagati dall’esercente nel corso dell’anno e viene corrisposta per l’anno nel quale avviene l’apertura o l’ampliamento dell’esercizio commerciale e per i tre anni successivi, per un totale di quattro anni. Da queste agevolazioni sono escluse le sale scommesse o che detengono al loro interno apparecchi di intrattenimento di cui all’articolo 110, comma 6, lettere a) e b) delT.U.L.P.S (R.D. 773/1931). Si tratta degli apparecchi idonei per il giocolecito, vale a dire quelli dotati di attestato di conformità rilasciato dall’Agenzia delle dogane e dei Monopoli e obbligatoriamente collegati alla rete telematica, slot machine, e quelli facenti parte della retetelematica che si attivano esclusivamente in presenza di un collegamento ad un sistema di elaborazione della rete stessa,videolottery.