Nell’ambito dell’esame del DL 50/2022 “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina” nelle Commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera, è stato ritirato l’articolo aggiuntivo – inizialmente inviato sotto forma di emendamento – a firma Andrea Giarrizzo (nella foto) e Roberta Alaimo, deputati IPF (al momento della presentazione della proposta di modifica i due parlamentari facevano ancora parte del Movimento 5 Stelle, ndr), inerente il rifinanziamento del Fondo per l’intrattenimento digitale. Di seguito il testo:

“Dopo l’articolo 24, aggiungere il seguente:

Art. 24-bis. (Rifinanziamento del Fondo per l’intrattenimento digitale)

1. Il Fondo di cui all’articolo 38, comma 12, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è rifinanziato in misura pari a 8 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. 2. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente articolo, pari a 8 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n.282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307″.

Articolo precedenteGiochi. No a cancellazione dal RIES senza invito alla regolarizzazione da parte dell’Agenzia
Articolo successivoScommesse F1: GP di Gran Bretagna, su Snai davanti sempre Verstappen. Leclerc insegue a 2,75 e punta sul fattore Silverstone