La VII Commissione alla Camera ha approvato l’emendamento (riformulato) Furgiuele (Lega) che dispone il divieto delle scommesse sulle partite di calcio delle società della Lega nazionale dilettanti.

Durante la discussione il Relatore Belotti (Lega) ha chiarito che “la riformulazione trasforma la disposizione proposta dal deputato Furgiuele in un principio direttivo per la delega legislativa e inserisce quest’ultimo tra i principi e criteri direttivi elencati nell’articolo 1”.

Di seguito l’emendamento riformulato: “All’articolo 1, comma 1, dopo la lettera e) aggiungere la seguente: e-bis) prevedere limitazioni e vincoli, ivi compresa la possibilità di disporre il divieto delle scommesse sulle partite di calcio delle società che militano nei campionati della Lega nazionale dilettanti”.

L’emendamento riguarda il provvedimento “Deleghe al Governo e altre disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione”.

Respinto invece l’emendamento Butti (FdI) che prevedeva: “Al comma 1, lettera g), aggiungere, infine, le seguenti parole: stabilendo che l’organizzatore delle competizioni facenti capo alla Lega di serie A, per valorizzare e incentivare le attività del sistema sportivo professionistico e le attività di prevenzione e di contrasto al gioco e alle scommesse, destini una quota del 15 per cento delle risorse economiche e finanziarie derivanti dalla commercializzazione dei diritti di cui all’articolo 3, comma 1 del decreto legislativo 9 gennaio 2008 n. 9 , a favore delle leghe inferiori del calcio, della lega pallacanestro professionistica, alla federazione gioco calcio, alla Autorità Nazionale Anticorruzione e al fondo antiludopatia”.