“Il Governo ha cercato le coperture per i “decreti Ristori” per circa 20 miliardi dappertutto, ma non ha pensato, per esempio, di rinviare la lotteria degli scontrini che, in questo contesto storico di emergenza e crisi economica sanitaria e sociale, certamente non costituisce, e non può costituire in nessun modo, una priorità per il nostro Paese, ma è solo un esempio”. Lo ha detto in Aula alla Camera il deputato Paolo Barelli (Fi) nell’ambito della discussione sul Decreto Ristori.