camera

Con 518 voti a favore, un astenuto, e nessun contrario, l’Aula della Camera ha approvato il testo unificato dei disegni di legge per l’istituzione di una Commissione Antimafia.

Nel corso delle dichiarazioni di voto, l’on. Igor Giancarlo Iezzi della Lega ha annunciato il sì del proprio Gruppo spiegando che il testo “Non può essere considerato un semplice rito di inizio legislatura, anche se da decenni questo provvedimento viene riproposto. L’istituzione della Commissione antimafia rimane un elemento qualificante di ogni legislatura, per un motivo molto semplice: la politica ha il compito di comprendere le dinamiche della nostra società, ha il dovere di cercare di capire perché la mafia e le altre forme di criminalità organizzate italiane ed estere riscuotano consenso, sostegno e fiducia”.

E quindi – riferendosi anche al gioco – ha aggiunto, “Punteremo un faro sull’infiltrazione all’interno delle associazioni massoniche e segrete, e sui sistemi di arricchimento della criminalità organizzata, dal traffico di stupefacenti al commercio di opere d’arte, passando per il gioco d’azzardo e, ovviamente, per lo sfruttamento dei flussi migratori illegali, sui quali l’azione del Governo ha già dato i primi frutti”.

Anche l’on. Anna Macina del Movimento 5 Stelle ha fatto un riferimento al gioco: “Voteremo a favore perché sappiamo che la mafia non è invincibile, ma in questa battaglia lo Stato deve essere accanto ai cittadini e deve essere forte proprio tutelando le vittime di estorsione e usura, tutelando i familiari delle vittime di mafia, determinato nella lotta al traffico di stupefacenti e di armi, ai giochi e alle scommesse, nella lotta alle forme di intimidazione contro l’informazione”.

Commenta su Facebook