calabria

La Prima Commissione Affari Istituzionale del Consiglio Regionale ha espresso favorevole alla proposta di legge recante Modifiche all’articolo 16 della legge regionale 26 aprile 2018, n. 9 (Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ‘Ndrangheta e per lapromozione della legalità, dell’economia responsabile e della trasparenza)”.

La proposta emendativa mira a modificare l’articolo 16 della legge regionale 26 aprile 2018 n. 9 recante: “Modifiche all’articolo 16 della legge regionale 26 aprile 2018, n. 9 (Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ‘Ndrangheta e per la promozione della legalità, dell’economia responsabile e della trasparenza.)”.

La proposta ha l’obiettivo di intervenire per disciplinare meglio la regolamentazione delle fasce orarie entro le quali consentire l’esercizio del gioco tramite gli apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza), oltre che eliminare la distinzione tra esercizi commerciali e rivendite di genere per quanto riguarda l’aspetto delle distanze minime da osservare in relazione all’ambito dimensionale dei comuni. Si fissa, inoltre, con l’intervento de quo, la stessa distanza tra tutte le categorie commerciali. Infine, si interviene per normare che le disposizioni dei commi 3 e 4 dell’articolo 16 si applicano esclusivamente alle nuove concessioni rilasciate successivamente alla data del 03 maggio 2018. I proponenti sono i consiglieri G. Arruzzolo, G. Neri, S. Loizzo, G. Crino’, F. de Nisi, G. Graziano.

Articolo precedentePiccolo (Eazybet): “La crescita dei conti di gioco in Italia non è una sorpresa. Le nuove tecnologie sono il motore del settore”
Articolo successivoBetFlag, prima scommessa e prima vincita con moltiplicatore 350