“Spero che l’ADM diffonda preso un’app attraverso la quale sia possibile mettere a disposizione una lista dei siti legali, al fine di agevolare i consumatori nell’avere maggiori dettagli sull’offerta e sulla struttura dei siti attraverso i quali stanno giocando, anche per essere più tutelati.

Le istituzioni, a proposito del contrasto alla ludopatia, devono intervenire, anche attraverso le sale dedicate che sono più controllabili, con l’intento di contrastare la possibilità che la criminalità si concentri su questi punti, per impedire azioni delittuose come l’usura. Questa attività di monitoraggio va affidata alla Guardia di Finanza e all’ADM.

All’interno dei punti dei punti scommesse, che svolgono attività legale, si potrebbero nascondere attività illegali, e questo si può contrastare con un attento monitoraggio. Del resto non si può pensare che il giocatore patologico si presenti autonomamente per essere curato, e allora penso che nelle aree di gioco legale si debba pensare a strutture che possano servire da supporto e da segnalazione”. E’ quanto ha dichiarato il procuratore Federico Cafiero de Raho intervenendo oggi alla trasmissione “Che giorno è” su Radio Rai 1.