Super green pass sul lavoro per gli over 50. Certificato ‘rafforzato’ per andare in banca o dal parrucchiere.

Accordo in cabina di regia per l’obbligo di vaccino per gli over 50. E’ quanto riferiscono fonti presenti all’incontro all’Adnkronos. Nello specifico, durante la riunione, si sarebbe parlato di estensione del Green pass rafforzato – in possesso di vaccinati e guariti – sul posto di lavoro per gli over 50, obbligo di vaccini, invece, per quanti, superati i 50 anni, non hanno alcuna occupazione.

La proposta dell’obbligo vaccinale per gli over 50, caldeggiata da Draghi in cabina di regia -riferiscono all’Adnkronos fonti presenti all’incontro – è arrivata alla luce delle riflessioni dei tecnici del Cts, Silvio Brusaferro e Franco Locatelli, presenti alla riunione. Sarebbero proprio gli over 50, il ragionamento, quelli più a rischio di finire in ospedale per via del Covid. E all’esponente del M5S, Fabiana Dadone, che invitava a non intervenire con un obbligo, il presidente del Consiglio avrebbe spiegato che la fascia over 50 “è quella più vulnerabile dai dati a nostra disposizione, dunque bisogna intervenire per evitare il peso sugli ospedali”, e non mandare in affanno il Ssn.