Print Friendly

(Jamma) – Il prossimo mercoledì 28 giugno, l’amministrazione comunale di Brescia risponderà a un’interrogazione che il Movimento 5 Stelle ha depositato per fare luce sul caso di una sala slot attiva in centro storico, a meno di 150 metri da due chiese.

“Il 13 settembre 2010 il Comune di Brescia si è dotato di un Regolamento per il funzionamento di sale pubbliche da gioco. L’art. 7 (“Localizzazioni e limitazioni”) dispone che «non potrà essere autorizzata l’apertura di un nuovo esercizio […] a meno di 150 metri da scuole, caserme, chiese e luoghi di culto […]». Il 16 gennaio 2014 c’è stata l’autorizzazione ad aprire una sala slot in pieno centro. Il Movimento 5 Stelle ha misurato la distanza della sala dai luoghi sensibili. Il locale in questione dista soli 112 metri dalla Chiesa di San Faustino in Riposo, ed è a meno di 150 metri dalla Chiesa Cattedrale”.

Secondo i Pentastellati la violazione è evidente e la sala slot va chiusa. “Auspichiamo dunque un celere intervento del Comune, affinché il regolamento che esso stesso si è dato venga rispettato. La salute dei cittadini viene prima degli interessi di chi sfrutta la dipendenza dal gioco d’azzardo per profitto. Il Movimento 5 Stelle proseguirà la sua azione di controllo e difesa della salute pubblica, contrastando il fenomeno della ludopatia. Invitiamo i cittadini che siano a conoscenza di altre violazioni, a segnalarcele al più presto”.

Commenta su Facebook