Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il sindaco Nesrovnal ci riprova e decide di tornare a sottoporre al consiglio comunale di Bratislava la proposta di un regolamento generale vincolante (VZN) per il divieto totale delle sale da gioco nel territorio della capitale. «Sarebbe un peccato buttare quasi due anni di lavoro della commissione per le petizioni e la volontà di oltre 130 mila persone di Bratislava che si sentono frustrate per la mancanza di un solo voto» all’approvazione del bando, ha detto il sindaco venerdì annunciando di voler riportare in consiglio la proposta.

A sostenere Ivo Nesrovnal nell’azione, oltre agli organizzatori della petizione, sono i sindaci dei quartieri della capitale che in una riunione del 2 marzo hanno invitato Nesrovnal a ripresentare il testo originario con il bando totale del gioco d’azzardo in alberghi, pensioni, condomini, bar, negozi e aree di intrattenimento pubbliche. Il sindaco tuttavia ha detto che prenderà in considerazione anche l’idea di dividere in due la proposta, lasciando decidere ai consiglieri in quali tipologie di edifici impedire l’apertura di sale da gioco.

Il 24 febbraio scorso 24 dei 41 consiglieri presenti alla seduta del consiglio comunale hanno votato a favore di un divieto totale, cinque si sono astenuti e 12 non hanno votato. Per l’entrata in vigore del regolamento vincolante è necessaria una maggioranza dei due terzi. Gli avversari della proposta sono a favore di una regolamentazione rigorosa, ma ritengono che un divieto generale al gioco d’azzardo produrrebbe una serie di ripercussioni indesiderate, tra le quali lo sviluppo di case da gioco illegali e alla criminalità associata.

Commenta su Facebook