Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) I privati sembrano non è essere più moltio interessati al finanzimaneto della politica e così i partiti stanno pensando a possibili alternative. Una di queste potrebbe essere l’utlizzo del gioco d’azzardo a favore delle campagne elettorali. Secondo un media brasiliano la Camera dei Rappresentanti potrebbe approvare una riforma che consentirebbe ai partiti politici la gestione di tombole, lotterie e giochi a premi .

L’iniziativa mira a modificare 1971 legge che autorizza esclusivamente a società filantropiche la gestione di bingo e lotterie. “Questa legge potrebbe includere i partiti politici. Abbiamo un grosso problema con finanziamento delle campagne e consideriamo che le lotterie e tombole potrebbero aiutare , “ha detto il deputato Vicente Cândido ( PT-SP ).

Secondo il deputato l’idea di utilizzare il gioco d’azzardo per raccogliere fondi non sarebbe sua, ma di segretari di partiti diversi. “Il presidente del PT São Paulo, Luiz Marinho , ex sindacalista ed ex sindaco di São Bernardo do Campo, è stato uno dei promotori della  proposta “, ha detto .

Secondo le stime ufficiali, una campagna elettorale dei deputati potrebbe costare fino a 2,5 milioni di dollari.

Commenta su Facebook