Contrasto alla ludopatia a Bondeno (FE), quarto atto. Apre domani mattina in via dei Mille n. 16 lo Sportello contro il “gioco d’azzardo”. Nello stabile che già ospita gli uffici dei servizi sociali, la sede Avis e lo sportello gestito da Ial per l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate.

In questo modo, «il Comune compie un altro passo verso la prevenzione del disagio e l’aiuto delle persone in difficoltà – spiega l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti –. Poiché non va dimenticato che il gioco è spesso una patologia, che porta un numero crescente di famiglie, in Italia, a trovarsi in condizione di grandissima difficoltà».

Il percorso di contrasto alla ludopatia è alla sua quarta “fase”: «si è incominciato – dice Coletti – con il limitare il più possibile la creazione e diffusione di sale da gioco e con l’escludere dagli incentivi Tarip per il commercio le attività con all’interno apparecchiature Vlt (la suddetta delibera è stata approvata nell’ultimo consiglio comunale). Inoltre, abbiamo intrapreso dopo l’estate una campagna informativa assieme all’Ausl per iniziare ad avvicinare giocatori e i loro familiari in un percorso, che ha visto anche lo svolgimento di un recente forum svoltosi alla sala 2000, con la collaborazione del comandante Stefano Ansaloni e dell’agente scelto Irene Zerbini della Polizia municipale dell’Alto Ferrarese. Ora – continua Coletti – con la creazione di questo Sportello di contrasto al gioco d’azzardo, ognuno potrà trovare un luogo discreto in cui poter affrontare il proprio problema personale».

La collaborazione tra l’Assessorato alle Politiche sociali e l’Ausl si è concretizzata con la presenza a Bondeno, all’interno dello Sportello dedicato, della psicologa Luna Vincenzi, la quale segue le politiche di prevenzione nei confronti della ludopatia per il Distretto Ovest. Nei mesi scorsi è partita la distribuzione nei luoghi pubblici dell’opuscolo: “Il banco vince sempre. Guida sui rischi del gioco d’azzardo”, avvenuta in biblioteca, Spazio 29, dall’Urp, ai servizi sociali e presso le forze dell’ordine, le farmacie e altri punti di ritrovo. «Lo Sportello contro il gioco d’azzardo – dice Coletti – sarà ora aperto il secondo e quarto mercoledì di ogni mese, dalle 9,30 alle 11,30 per offrire a tutti un aiuto e, soprattutto, ascolto».