Oltre 49 milioni di euro solo nell’ultimo anno sono arrivate nelle casse del bilancio della provincia di Trento direttamente dalle imposte versate dal comparto del gioco legale.

Nel 2019, come da documenti ufficiali, la Provincia ha potuto incamerare 2,6 milioni a titolo di imposte sui concorsi a pronostici e più di 47 milioni da lotto, Grattaevinci e slot, ovvero AWP e videolotterie.

Grazie ad una norma specifica la Provincia autonoma di Bolzano gode di un regime speciale che prevede per l’appunto che parte delle imposte versate dal comparto dei giochi confluiscano nelle casse provinciali.

Ciò nonostante l’amministrazione provinciale ha introdotto una norma che impone distanze minime dai luoghi sensibili e di recente, in emergenza COVID-19, ha deciso di posticipare la riapertura delle attività rispetto a tutte le altre ritenendo essere tra le più a rischio.