slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – A Bollengo (TO) apriranno a breve un bowling e due sale giochi: una per le slot machine, l’altra per le videolottery, con annesso bar e gioco del biliardo. La location è nella zona commerciale ed artigianale lungo la provinciale.

Il sindaco Luigi Ricca ancora prima dell’apertura ha comunque emesso un’ordinanza che limita l’orario di apertura delle sale giochi. Nessuna apertura il mattino, nessuna apertura durante l’orario del pranzo, ed apertura limitata dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 24.
«In questo modo -dichiara il sindaco – ci siamo allineati con quanto deliberato dalle altre città in Piemonte ed a livello nazionale. Lo scopo è di tutelare la nostra comunità, cercando di limitare gli effetti sul tessuto sociale del gioco d’azzardo, nel tentativo di limitare il fenomeno della ludopatia. Un problema di salute pubblica che colpisce indistintamente tutte le fasce sociali, pur privilegiando quelle più svantaggiate culturalmente ed economicamente. Inoltre i nostri orari potranno diventare ancora più restrittivi se dai controlli dovessero emergere inadempienze rispetto all’ordinanza».

Il sindaco Ricca annuncia una tolleranza zero. «Oltre a vigilare sulle slot e le videolottery che dovranno essere spente – aggiunge Ricca – vigileremo sul rispetto della normativa in materia di rumore, posteggi e tutela ambientale del luogo. Mi auguro inoltre che non abbia successo il ricorso che a livello nazionale è stato presentato dall’associazione dei tabaccai, che hanno denunciato alla Corte dei Conti i sindaci che hanno emesso le ordinanze per presunto danno erariale. E soprattutto che il Governo si adoperi per modificare la legge in modo più estensivo tenendo conto dei problemi sociali e non solo dell’introito che l’attività assicura all’erario».

L’ordinanza del Comune di Bollengo entra subito in vigore: le slot e le videolottery dovranno essere spente fino alle 14 e dalle 18 alle 20 di tutti i giorni, festivi compresi. Provvedimenti simili sono già stati presi da numerose amministrazioni del territorio, a cominciare da Ivrea.

Commenta su Facebook