Daniele Pesco M5S

Il relatore Daniele Pesco (nella foto), M5S, ha illustrato ieri al Senato il ddl Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2020 evidenziando che “nel comparto tributario si registra una considerevole contrazione, rispetto al 2019, delle entrate relative alle tasse e imposte sugli affari, pari a circa – 20 miliardi di euro, che corrisponde quindi ad una diminuzione del 10,7 per cento, alle imposte sulla produzione, sui consumi e dogane, pari a -5,2 miliardi di euro, e a quelle sul lotto, lotterie e altre attività di gioco, pari a quasi -5 miliardi di euro.

La relatrice del ddl Disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2021, Antonella Faggi (Lega), ha invece evidenziato che “le entrate tributarie recepiscono principalmente l’adeguamento delle stime del DEF 2021 con una contrazione di 461 milioni, a cui si aggiunge un’ulteriore riduzione di 356 milioni a seguito del monitoraggio degli andamenti effettivi di gettito. Complessivamente si determina una riduzione di 818 milioni. Le entrate extratributarie registrano nel complesso un incremento di 2,5 miliardi, determinato dalla migliore evoluzione, in particolare rispetto alle stime del DEF, delle entrate di alcuni giochi, soprattutto lotterie, e dei dividenti che saranno versati dalle società partecipate”.