Una quindicina di primi cittadini del Biellese, con lo slogan ‘Io sto con i sindaci, contro il gioco d’azzardo’ si è riunita in presidio davanti al Comune di Biella per chiedere alla Regione Piemonte di non modificare la legge sul gioco d’azzardo, e in particolare il punto dove sono indicate le distanze che le sale gioco devono mantenere dalle zone sensibili (banche, scuole, centri anziani etc). L’iniziativa è stata promossa da Acli, Arci, Aimc, Avviso Pubblico, le tre organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Libera e Slot Mob.

“Il numero in diminuzione dei ludopatici dimostra che il distanziamento sta funzionando – dicono gli organizzatori del presidio -. E la raccolta di firme che abbiamo avviato procede spedita. Sono gli estremi per continuare questo nostro percorso perché sui sindaci pesa l’incombenza della gestione dei problemi gravissimi che causa il gioco d’azzardo, a chi ne è dipendente come alle famiglie dei malati di ludopatia”.