“Gli esercenti, nel contrasto al gioco d’azzardo patologico, svolgono la funzione di sentinelle, nelle situazioni in cui il disagio non è conclamato”.

E’ quanto ha dichiarato l’assessore regionale al diritto alla salute della Regione Toscana, Simone Bezzini, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’accordo tra la Regione Toscana e Confcommercio per promuovere la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico.

“Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato perchè si arrivasse a questo accordo, il personale dell’assessorato e quello Confcommercio. Promuovere la legalità, prevenire e contrastare le forme patologiche di gioco, è questo quello che ci prefiggiamo con questo accordo. Uno dei problemi che ci troviamo ad affrontare, come amministratori, è il fatto che spesso si tratta di situazioni sommerse. Per questo crediamo nella funzione degli esercenti, come di coloro che prima di tutti possono monitorare la situazione”, ha detto Bezzini. “Condivido quanto detto dal presidente Giani , questo protocollo è il primo nel suo genere in Italia e speriamo possa essere preso da esempio di buona pratica”

Articolo precedenteCursano (Confcommercio Toscana): “Accordo Regione/Confcommercio su contrasto al gioco d’azzardo conferma l’importanza degli esercenti nella difesa del gioco legale e tutela del consumatore”
Articolo successivoVincita da 100.000 euro alla Lotteria degli Scontrini a Cagliari: quando la fortuna non e’ cieca