Una stretta sugli spot sui giochi d’azzardo che, soprattutto a livello delle Tv locali, sono tornati ad avere qualche copertura regolatoria nonostante l’entrata in vigore del Decreto dignità. E’ quanto ha annunciato Marco Bellezza, consigliere giuridico di Luigi Di Maio, intervenuto al convegno 5G e Comunicazioni elettroniche per l’Italia.

“Entro il 2020 dovremmo attuare in Italia due direttive UE, oltre quella sulle comunicazioni elettroniche anche quella media. Inseriremo la delega per la loro attuazione nella prossima legge europea ma i criteri saranno molto dettagliati”. Bellezza ha detto che il prossimo decreto delega, che tratterà di pubblicità e spot, tornerà a ribadire il divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo, secondo quanto scrive Italia Oggi. “Un messaggio contro la ludopatia che il decreto dignità affermava chiaramente, ma che rischia di essere depotenziato per come è stato recepito dal regolatore”, ha detto Bellezza. Anche se non citate espressamente, il consigliere giuridico di Di Maio avrebbe nel mirino le linee guida dell’Agcom, pubblicate lo scorso mese di aprile.

Commenta su Facebook