Il divieto alla pubblicità sul gioco d’azzardo annunciato da Ministro della giustizia belga ha già incassato il consenso di sei ministri del Governo

Nonostante l’appoggio del governo non mancano le critiche al progetto di legge che secondo il ministro dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Uno degli obiettivi del governo e del ministro della Giustizia è quello di combattere più efficacemente la dipendenza dal gioco. Si tratta di una proposta redatta senza il parere della Commissione del Gioco, ovvero il regolatore nazionale, e degli stessi operatori. Il testo segnerà la fine della pubblicità così com’è oggi. Solo le persone che vogliono giocare e cercano attivamente informazioni sul gioco saranno esposte a messaggi promozionali. Ciò comporta il divieto di vari formati pubblicitari come spot televisivi o radiofonici, pubblicità su siti web, canali digitali e piattaforme di social media, nonché affissioni in aree pubbliche e offerte mirate tramite e-mail, SMS, servizi postali o di corriere. Il testo prevede anche l’abolizione dei giochi dimostrativi gratuiti per attirare i clienti e la scomparsa delle sponsorizzazioni sportive dal 1 gennaio 2025.

Articolo precedenteGli Esports conquistano l’attenzione della politica: cosa sono e come regolamentarli
Articolo successivoScommesse Formula 1: Leclerc sfida Verstappen nel regno della Ferrari. Tripletta del monegasco, nel Gran Premio di Spagna, a 3,50 su Sisal