In Basilicata il presidente della Regione Vito Bardi ha firmato un’ordinanza sulla riapertura delle attività produttive ed economiche in cui aggiorna le disposizioni dei precedenti provvedimenti emergenziali.

Riaprono numerose attività e si dovranno osservare le linee guida stabilite nella conferenza Stato-Regioni oltre alle regole del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina. Riaprono le attività commerciali di vendita al dettaglio (comprese le attività di vendita al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati) nonché il commercio al dettaglio ambulante. Sono consentite le attività dei servizi immobiliari, delle agenzie di viaggio e degli altri servizi di supporto alle imprese. Sono consentite le attività dei servizi di ristorazione, tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie, rosticcerie. Resta comunque consentita la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione da asporto, nel rispetto della disciplina in materia igienico-sanitaria.

Ripartono i servizi per la persona tra cui parrucchieri, barbieri, trattamenti estetici e gli altri servizi o centri per il benessere fisico. Sono sospese le attività e gli spettacoli inerenti cinema, sale teatrali, sale da concerto, scuole di ballo, discoteche e locali assimilati, sale giochi, sale scommesse e sale bingo. Restano sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati. Fino al 25 maggio sono sospese le attività delle palestre e delle altre strutture dove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (ad eccezione per quelli che erogano prestazioni rientranti nei livelli essenziali delle prestazioni), centri e circoli culturali, centri sociali e centri ricreativi. A decorrere dal 25 maggio saranno consentite le attività turistiche degli stabilimenti balneari e le attività delle strutture ricettive.