Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Ventuno articoli con limitazioni e prescrizioni: dal divieto di aprire sale slot e scommesse entro 500 metri da scuole, luoghi di culto, ospedali e spiagge, locali da non collocare a meno di 100 metri da banche e bancomat, a una restrizione sulle aperture (dalle’11 alle 19.30 e chiusura nei giorni festivi), fino all’allestimento, all’interno dei centri di gioco, di ‘corner’ e punti informativi sui rischi delle ludopatie. Il centrodestra in Consiglio comunale a Bari ha presentato, questa mattina, un regolamento comunale (“il primo”, affermano) per le sale da gioco cittadine.

Il pacchetto normativo sarà al vaglio delle Commissioni a Palazzo di Città, quindi dovrà ricevere il parere dei 5 Municipi e quindi approdare in aula Dalfino. Secondo il centrodestra tutto potrà essere licenziato a gennaio: “Il Consiglio comunale – spiega Giuseppe Carrieri (Impegno Civile) – è arbitro di questa partita. Dopo l’ordinanza anti-prostituzione e gli emendamenti per dare più fondi alla Polizia Municipale proponiamo anche questo regolamento. Per noi la sicurezza è una priorità”.

Commenta su Facebook