L’Ats di Pavia ha presentato il nuovo piano locale di contrasto al Gioco d’azzardo patologico (Gap) predisposto con i circa 468mila euro messi a disposizione del territorio pavese da Regione Lombardia. “I pazienti presi in carico per gioco d’azzardo patologico nei 3 SerD (Servizi dipendenze) che l’Asst gestisce in provincia di Pavia nel 2018 sono stati 142, dati in costante aumento visti i 138 del 2017 e i 118 del 2016. In netta prevalenza gli uomini. Nella suddivisione per fasce d’età i numeri maggiori sono tra i 55 e i 59 anni. Ai 402mila euro messi a disposizione dell’Ats Pavia da Regione Lombardia si aggiungono 66mila euro di fondi residui; 217mila euro sono destinati ad attività di prevenzione e contrasto nelle scuole, luoghi di lavoro e comunità locali, circa 188mila, invece, sono da utilizzare per diagnosi precoce, cura e riabilitazione”.

Codacons: “Finalmente un intervento strutturale di contrasto al gioco d’azzardo che comprende anche apposite campagne di prevenzione negli istituti scolastici. E’ evidente, infatti, come il gioco non sia da considerare un settore economico come gli altri, quanto una vera e propria malattia che rovina le persone e le famiglie. Ora il Piano sia attuato al più presto perché i dati sono allarmanti in tutta la Provincia di Pavia”.