soldi
Print Friendly, PDF & Email

L’Asl di Biella ha in serbo alcune azioni da intraprendere a breve, entro i prossimi due mesi, contro la ludopatia. «Le azioni che intendiamo far partire sono tre e saranno finanziate con i 50 mila euro che la Regione ha stanziato per l’Asl di Biella. Dei 3 milioni ricevuti dal governo per combattere la ludopatia, la Regione ha usato la maggior parte per interventi informativi e di prevenzione, anche tra gli esercenti. Il resto l’ha suddiviso tra le aziende sanitarie piemontesi» afferma Lorenzo Somaini, direttore del SerD.

In primis verrà attivata una convenzione con uno studio legale per offrire consulenze gratuite ai pazienti che, avendo perso tutto, non le possono pagare. «Saranno circa 30 le consulenze che potremo offrire con i fondi a nostra disposizione – annuncia il direttore del SerD – e riguarderanno i problemi dei pazienti, ad esempio il blocco del pignoramento dei beni». La seconda azione sarà l’assunzione a tempo determinato di un assistente sociale dedicato ai pazienti che non sanno come gestire la situazione. Infine l’Asl attiverà un progetto di ricerca per intercettare il prima possibile le persone prima che la loro situazione peggiori.

Commenta su Facebook