Torna a parlare di gioco d’azzardo e di norme contro le slot la sindaca di Torino, Chiara Appendino, all’indomani della pubblicazione della notizia circa la condanna per falso in atto pubblico.

“Sono stata tra i primi sindaci che hanno firmato l’ordinanza che limitava gli orari per l’utilizzo delle slot machines. Credo che un passo indietro rispetto alla legge di Chiamparino sarebbe gravissimo anche perché i dati ci dicono che la misura è stata efficace. Ad esempio a Torino c’è stata una riduzione del giocato di oltre 36 milioni di euro nel solo secondo semestre del 2019”, ha ribadito in una intervista a Zipnews.

Sulla condanna ha detto “sono stata assolta da tre capi di imputazione su quattro e voglio ricordare che quello rimasto è un fatto tecnico che si riferisce a risorse spese prima del mio mandato”.