aosta
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Vincenzo Caminiti, presidente della III Commissione consiliare del Comune di Aosta, respinge al mittente le accuse delle associazioni contrarie alla sospensione della stretta sull’orario di funzionamento delle slot.

Il comunicato stampa di Arci, Aosta Iacta Est, Libera, Legambiente, Mi Ripiglio e Valle Virtuosa «arriva fuori tempo massimo, e viene diffuso, questo sì, con “motivazioni pretestuose” che lasciano intravedere “fini elettoralistici”. Nelle scorse settimane ho avuto modo più volte di ribadire che avremmo sospeso l’applicazione della riduzione di un’ora in attesa che il Celva adottasse la bozza di regolamento-tipo a cui sta lavorando in vista della sua estensione agli altri comuni valdostani».

Il presidente della III Commissione esprime «piena solidarietà politica alla persona di Antonella Marcoz per il violento attacco subito» e poi aggiunge che la proposta ha «piena condivisione e sostegno dell’intera maggioranza che amministra il Comune di Aosta».

La nota delle associazioni è «un’entrata a gamba tesa con palla ormai lontana – conclude Caminiti -, come la si definirebbe in gergo calcistico. Un gesto gratuito, come il voler associare il ruolo della vicesindaco alla “lobby delle slot con le sue ramificazioni mafiose”».

Commenta su Facebook