Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “La normativa dei giochi approvata ha prodotto un buon risultato. Credo che anche il risultato della Conferenza Stato Regioni abbia addolcito il clima molto aspro che c’era sul rapporto tra slot e comuni. Confido che ci possa essere un consenso trasversale su questo tema. Sulla tracciabilità dei pagamenti abbiamo un approccio troppo timido, gli operatori sono spesso spaventati dai costi dei pagamenti elettronici, ma ogni spinta in questo senso è un’opportunità di crescita per l’economia”.

E’ quanto dichiarato da Ettore Rosato (presidente Gruppo Pd alla Camera dei Deputati) al convegno “Antiriciclaggio – Non si gioca con le regole” presso la Camera dei Deputati.

“Con la normativa antiriciclaggio si è posto un importante tassello sulla sicurezza del settore. La quarta direttiva europea ha implementato le azioni di contrasto, apportando novità che significano nuovi investimenti per le imprese – ha detto Sergio Boccadutri (deputato Pd e responsabile area innovazione) -. E’ stata introdotta una normativa attraverso la quale si identificano soggetti obbligati ad adottare norme antiriciclaggio come concessionari, distributori ed esercenti. Una normativa di prevenzione che si basa su verifiche costanti nel tempo. Gli operatori di gioco devono adottare strumenti in tema di antiriciclaggio per verificare eventuali anomalie relative a conti gioco o a movimenti sospetti. E’ necessaria la creazione di un Albo ad accesso controllato contenente le informazioni di chi ha perso il requisito contrattuale. La lotta al riciclaggio di denaro è quindi fondamentale, consente infatti di tutelare gli interessi dello Stato ma anche di un settore che conta 150mila imprese e ancora più lavoratori. Ricordiamoci che il gioco illegale reca danno sia ai concessionari che ai consumatori. Nella prossima legislatura torneremo su questa materia dopo che dati e analisi ci avranno dato ulteriori spunti di riflessione”.

Per Maurizio Bernardo (deputato Pd e presidente Commissione Finanze) “alcune delle iniziative le abbiamo fatte nostre, raccogliendo gli spunti dati da un sistema che deve viaggiare pulito. Credo che l’Italia ricopra un ruolo importante ed è in prima linea nel contrasto al riciclaggio. Possiamo ritenerci soddisfatti del traguardo raggiunto attraverso i provvedimenti presi. Sul tema giochi alcuni dei traguardi raggiunti in questi mesi credo siano sotto gli occhi di tutti, abbiamo preceduto le scelte di altri Paesi. Il prossimo periodo che ci attende credo che sarà determinante”.

Commenta su Facebook