Incontro in video conferenza con Anci Umbria e Regione per affrontare il tema del contrasto alla ludopatia nella Zona Sociale 6. “E’ stato un incontro proficuo per attivare tutti i percorsi volti a fronteggiare la patologia del gioco d’azzardo, purtroppo piuttosto diffusa in Valnerina, ed affrontare il disagio sociale nei vari aspetti” dice l’assessore alle politiche sociali del Comune di Norcia (PG) Giuseppina Perla, presente insieme alla responsabile del settore, dott.ssa Tiziana Balzana.

Il Comune di Norcia, in qualità di capofila della Zona Sociale 6, ha inviato delle proposte progettuali, ottemperando a quanto richiesto dal Piano Regionale 2019 – 2021 per la ‘prevenzione, cura, riabilitazione del disturbo dal gioco d’azzardo’.

“Oggi abbiamo gettato delle buone basi su cui lavorare per rispondere alle esigenze di Comunità che hanno dovuto affrontare sisma e pandemia. Sarà necessario – continua Perla – puntare su una maggiore integrazione socio-sanitaria e sul coinvolgimento delle forze sociali presenti sul territorio come Diocesi, Caritas, scuola etc. che meglio possano intercettare il disagio. Nei primi giorni di maggio – prosegue – organizzeremo tavoli interistituzionali, di coordinamento e operativi, per il contrasto alla ludopatia, con lo scopo di porre in essere tutte quelle azioni (informazioni, punti d’ascolto con equipe professionali, convegni, ecc.) che possano informare e aiutare coloro che soffrono di tale tipo di dipendenza. Quello del sociale, è un settore particolarmente delicato e complesso e necessita di interventi utili e mirati al fabbisogno della popolazione” conclude l’ Assessore Perla.