slot

Arriva in giunta la delibera “anti slot”. Altopascio (LU) sarà il primo comune della Piana che attiverà un fondo nel bilancio comunale da destinare agli esercizi commerciali che dismetteranno o che non installeranno slot machine, video lottery e così via.

A breve il documento sarà appprovato dall’amministrazione D’Ambrosio. In sostanza non sarà uno sconto sulle bollette, ma un fondo economico, concesso tramite bando, destinato a supportare e incentivare le attività commerciali che decidono di dismettere le macchinette o scelgono di non attivarne nessuna.

Confermata invece la decisione di raddoppiare la tariffa sui rifiuti (la Tari) alle sale slot che già quest’anno è aumentata del 98% rispetto al 2017. Un meccanismo che premia chi non ha le slot machine e, detta al contrario, farà pagare di più a chi le installa nei propri locali.

Ancora da stabilire con esattezza l’entità del fondo a disposizione (la cifra potrebbe essere decisa questa mattina) e i locali “no slot” potrebbero anche essere contrassegnati da un logo.

Se poi, invece, in un locale No slot saranno trovati apparecchi con vincita in denaro, il Comune dovrà rimuovere la vetrofanìa e comunicare il fatto alla Regione, che cancellerà il locale dall’elenco.

Commenta su Facebook