scommesse
Print Friendly, PDF & Email

In Albania, le società che gestiscono centri scommesse hanno espresso il loro malumore nei confronti della decisione del Governo di chiudere le loro attività nelle aeree urbane entro il prossimo 31 dicembre.

In una lettera pubblica indirizzata al Governo, inoltre, le società hanno lasciato le porte aperte ad una possibile collaborazione con le autorità per apportare alcune modifiche a ciò che riguarda la loro attività: riguardanti, ad esempio, il numero di centri o l’eliminazione della pubblicità sui media.

Tuttavia, per il premier Edi Rama “la loro chiusura è indispensabile”, anche se i dirigenti delle società sportive hanno sottolineato il fatto che loro offrono lavoro a circa 15 mila dipendenti. Attualmente in Albania operano 20 società di scommesse e sale giochi e ci sarebbero circa 4500 centri di scommese in tutto il paese. Nel 2017, secondo i dati del fisco, gli albanesi avrebbero speso tra sale giochi e scommesse circa 130 milioni di euro.

Le legge prevedeva, a partire dal prossimo primo gennaio, la chiusura delle sale giochi ed il loro trasferimento nelle periferie urbane. Ma il premier Rama ha fatto sapere che la stessa sorte sarà riservata anche per i centri delle scommesse sportive.

Commenta su Facebook