A testa alta Enzo da Salerno, che lavora nel settore del 1980, risponde alle recenti dichiarazioni del senatore Vito Crimi (M5S) sul settore del gioco.

“‘Il tuo è un lavoro dignitoso, ma sul gioco d’azzardo ci si arricchisce in modo spropositato…’ ma come fa Crimi a dire queste parole mentre il governo a firma Gualtieri e Conte emana il Def 2020 da presentare in Europa? Faccio questo riferimento al Def perché a pagina 106 del suddetto nelle azioni intraprese e linee di tendenza viene previsto: ‘Nel settore dei giochi è incrementato il prelievo erariale unico sugli apparecchi da intrattenimento. Complessivamente da tale settore sono attese maggiori entrate per circa 1,3 miliardi nel 2020 e 1,2 miliardi nel 2021…’. In conclusione mi chiedo, perché quando si tratta di fare cassa siamo un settore operativo (e non illegalità e azzardo), per poi mortificare questo comparto per mera propaganda e far si che le banche usino queste parole per giustificare la loro repulsione nei nostri confronti!?”.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma- Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome