Valentina non ci sta ad essere considerata un insulto, come ha detto il senatore Salvini riferendosi alla possibilità di riaprire le attività di gioco legale.

‘Carissimo Senatore,

Mi rincresce scrivere questa Mail, ma dopo il post, pubblicato sul suo Profilo Instagram, mi sono sentita in dovere di parlare a nome mio e di tutti i miei colleghi italiani che, come me, sono a casa da giorno 8 marzo c.a. Sono una laureata in Scienze della Comunicazione, un’ analista D’ impresa ma soprattutto sono una dipendente della Sala Slot e Vlt della Sala Bingo di Ragusa.

Fiera e orgogliosa del mio lavoro! Un lavoro onesto che ci assicura il pane quotidiano e una vita dignitosa. Sono molto amareggiata dalla lettura del post riguardante la categoria del gioco; penso che nel 2020, dove tutto è permesso, un atteggiamento del genere Sia Vergognoso e irrispettoso, nei confronti di tutti coloro che come me, stanno soffrendo terribilmente e che, giorno dopo giorno, sperano di riprendere a lavorare ma soprattutto nei confronti di tutti gli imprenditori nonché datori di lavoro che hanno investito interi patrimoni e che continuano a pagare le tasse, gli affitti e tutti gli oneri connessi a un’attività che ad oggi, non viene menzionata in nessun DPCM e in nessun provvedimento! Leggo solo tanta cattiveria nei confronti di un settore che da lavoro a tantissime famiglie, e non solo, perché mi pare che buona parte degli introiti vadano direttamente anche allo Stato Italiano. Rimango incredula di fronte ai commenti di persone  che invocano la chiusura di queste sale; persone  meschine che io definisco “ Parassiti della società”, visto che godono delle disgrazie altrui. Mi fa veramente male pensare che in un momento così difficile come questo, dove tutti quanti dovremmo essere solidali l’uno verso l’altro, si possa “festeggiare” per la non apertura di un settore rispetto a un altro. Non voglio dilungarmi ancora.. Non voglio aggiungere altro, ma Ci sarebbero tante cose da dire …Voglio ricordarLe che  siamo ancora in attesa della tanto famigerata Cassa integrazione, che chissà quando arriverà… In tutto questo un grazie di cuore va al mio datore di lavoro il Signor Gennuso Corrado, che nonostante sia stato abbandonato dallo Stato Italiano, e come lui tutti i titolari di Sale Bingo, Vlt e Scommesse, continua a sperare che presto tutto ritornerà come prima!

Grazie mille

Valentina A.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma-Il quotidiano del Gioco